… e Biscardi ospita la Cdl

Faccio zapping tra i vari canali televisivi ed intravedo il Biscardone nazionale sul circuito 7 Gold (ma non doveva tornare in Rai?). Resto colpito dagli ospiti, tra i quali:

– Altero Matteoli (ministro delle Infrastrutture)

– Daniele Capezzone (ex radicale, ora portavoce di Forza Italia)

– Carlo Taormina (ex deputato Polo Libertà)

– Pasquale Squitieri (regista, candidatosi al Senato per il Polo delle Libertà nel 1996, ma non eletto)

– Gigi Moncalvo (vicino alla Lega, è stato direttore de ‘La Padania’  tra il 2002 ed il 2004).

Più un collegamento telefonico con il ministro Maroni.

Dicono che ‘Porta a Porta’ sia la terza Camera; che dire di questa bella ed omogenea combriccola?

Annunci

Bellezze olimpiche

 

Margherita Granbassi  (scherma)                                            Leryn Franco (giavellotto)

Laure Manadou  (nuoto)                                              Federica Pellegrini  (nuoto)

Alexandra Orlando (ginnastica)                                             Gro Hammerseng (pallamano)

 

Romy Tarangui  (judo)                                        Ana Ivanovic (tennis)

 

Dara Torres (nuoto)                                                                        Yelena Isinbayeva (salto in alto)

Natalie Coughlin (nuoto)                                       Rita Dravucz (polo – Ungheria)

 

Maria Sharapova (tennis – Russia)                       Lauren Jackson (basketball – Australia)

Victoria Pendleton (ciclismo – Uk)                                      Heather Mitts (soccer – Usa)

Amanda Beard (nuoto – Usa)                                  Alona Bondarenko (tennis – Ucraina)

Fabiana Beltrame (canottaggio – Brasile)

Il dramma umano di Tai Aguero

La ragazza nella foto si chiama Tai Aguero: di origini cubane, è una delle pallavoliste di spicco della nostra nazionale femminile.

Ha lasciato la sede olimpica di Pechino per correre a Cuba, al capezzale della madre morente, ma è stata fermata a Bonn perché non le è stato concesso il visto dal suo paese.

Il presidente della Lega Pallavolo Serie A, Mauro Fabris: “Tanto si discute in merito all’opportunità di mescolare lo sport con la difesa dei diritti umani, ma la vicenda di Tai Aguero, alla quale e’ stato impedito di essere vicina alla madre morente, dimostra come la libertà manchi non solo in Cina“.

La madre di Tai e’ morta quando l’atleta aveva appena ottenuto il visto per rientrare a Cuba.