Le novità del motore di ricerca Bing

In Italia non sono in molti ad usarlo, ma il motore di ricerca della Microsoft Bing (http://www.bing.com), negli Stati Uniti è riuscito a ritagliarsi una sua buona fetta di mercato, convincendo un utente su 10 a sceglierlo per le sue ricerche. Per continuare a guadagnare terreno su Google, Bing ha introdotto una serie di novità, sia nel motore di ricerca che nelle mappe.
La ricerca. L’approccio di Bing alla ricerca è un ibrido tra il modello portale di Yahoo! e quello "puro" di Google. Secondo Microsoft alcune informazioni è meglio che l’utente le possa trovare già su Bing, senza cliccare su siti che portano all’esterno. Alla luce di queste considerazioni, sono state appena introdotte le Entity Cards e le Task Pages: speciali risultati che appaiono in testa al sito quando si cercano personaggi dello spettacolo, negozi importanti, aziende o città, vengono visualizzate delle piccole schede con foto, sito ufficiale ed altre opzioni variabili (il meteo di una città, l’andamento delle azioni, il giorno di un concerto).
I dati dei social network. Per accrescere la precisione dei risultati, Microsoft ha stretto degli accordi con Twitter e Facebook. Se la persona che stiamo cercando è iscritta a Facebook ad esempio, sarà possibile aggiungerla ai propri amici attraverso un comando visualizzato già su Bing, risparmiando così del tempo prezioso. Nel caso dei personaggi più noti, inoltre, il profilo su Twitter viene indicato all’interno delle Entity Card che compaiono in cima ai risultati.
Le mappe. Tra le innovazioni più evidenti, Microsoft ha rilasciato una nuova versione del suo servizio di Mappe. raggiungibile a questo indirizzo. Il sito è adesso realizzato con SilverLight (quindi potrebbe essere necessario scaricare il plug-in nel vostro browser), un programma della stessa Microsoft con proprietà simili ad Adobe Flash Player. Le mappe di Bing possono essere visualizzate in diversi modi: la classica cartina, la foto satellitare, il "Bird View", ovvero delle foto satellitari laterali che creano l’illusione della tridimensionalità. A queste opzioni se ne è aggiunta adesso una nuova, lo Streetside, per vedere al livello delle strade in modo simile a quanto già si può fare con Google Street View e Pagine gialle Visual. Al momento attuale le città inserite nello Streetside sono solo 100 e tutte americane.
Un’altra novità sulle mappe di Bing sono le immagini in 3D prese da Photosynth. Si tratta di una serie di foto tratte da fonti diverse che, montate tra loro, permettono di ruotare a 360 gradi la visione di un palazzo o di un monumento. Gli elementi in Photosynt non sono molti in Italia, ma è già possibile gustarsi luoghi come il Duomo di Milano o il Colosseo di Roma. Non sembra invece funzionare in Italia la ricerca di negozi e ristoranti.
Guarda chi "twitta". Le mappe di Bing permettono di vedere chi sta aggiornando Twitter e da dove. Cliccando su Map Apps e poi su Twitter Maps, vengono visualizzate tante piccole T blu sul planisfero e, concentrandosi su una via o una città, è possibile seguire una vera e propria cronistoria dei tweet di quel posto specifico.
Come usare Bing. Per utilizzare il "vero" Bing bisogna recarsi su Bing.com e, in alto a destra, cliccare su Italia e cambiare il paese in Stati Uniti. Il motore di Microsoft presenta infatti le sue vere innovazioni solo nella versione originale, mentre quelle localizzate nelle altre lingue sono poco più che un aggiornamento del vecchio Live.com.

via – Ecco le novità di Bing

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: