Un giro di Walter (chiari)

Davvero bello il ricordo tributato da Giovanni Minoli a Walter Chiari, nella trasmissione notturna di Rai2,  ‘La storia siamo noi’.

Da campione di boxe a campione di risate, diventa il primo divo italiano internazionale, famoso anche per la sua vita piena di love story da prima pagina.

Alla fine degli anni ’50 è la nuova stella del sabato sera, il re delle improvvisazioni. Dopo la rivista, il musical, il teatro e la televisione, arriva anche il cinema.

In particolare, ricordo due film che lo vedevano protagonista e mi hanno colpito particolarmente: “Il giovedì” e “Io, io, io… e gli altri”.

Dopo l’esperienza del carcere (una questione di droga), inizia il suo declino.

Nel dicembre del 1991, qualche giorno prima del natale, viene colto da un infarto nel lussuoso appartamento di un residence milanese: seduto in poltrona, davanti alla tv, con gli occhiali ancora sul naso e la testa appena reclinata.

Avrebbe voluto questo epitaffio: “Non vi preoccupate, è tutto sonno arretrato”.

A suo modo, un grande.

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Bloglavoro
    Apr 24, 2008 @ 06:56:18

    Decisamente da ricordare, soprattutto nella presente orda di tronisti e ex-gf riciclati nel pessimo cinema e fiction italiani 😉

    Rispondi

  2. agegiofilm
    Ago 17, 2008 @ 10:03:03

    Walter è uno degli attori che vorrei recuperare assolutamente: come dimenticare il “sarchiapone”?

    Oggi mi vedo Jackie Brown, il film a dire di tutti meno bello di Tarantino. Questo regista si è fermato ad un certo cinema, fatto di citazioni, omaggi, rifacimenti (penso all’annunciato remake di un film di Russ Meyer), specialmente degli anni ’70. Da Kill Bill in poi fa quello che gli pare…
    Shining è una pietra miliare dell’horror, anche se non saprei dirti qual’è il film migliore di Kubrick, che ha “dato” a quasi tutti i generi. Personalissime opinioni…

    Rispondi

  3. Giulio
    Ago 17, 2008 @ 12:38:23

    Si Walter Chiari secondo me ha avuto meno successo di quello che avrebbe meritato. Ha sicuramente girato molti film ‘alimentari’ ma in ‘Bellissima’ (1951, di L. Visconti), ‘Il giovedì’ (163, di Dino Risi) e ‘Io, io, io… e gli altri’ (1966, di A. Blasetti) è stato veramente grandissimo.

    Per quanto riguarda Tarantino, io lo trovo sopravvalutato e, sempre andando in controtendenza, per me ‘Jackie Brown’ è il suo film migliore.

    Su Kubrick: credo che “Shining” non sia il suo film migliore, nonostante resti un bel film.
    Ma il mio giudizio può essere influenzato dal mio scarso apprezzamento per horror e affini.
    ‘Orizzonti di Gloria’, ‘Il dottor Stranamore’, ‘2001-Odissea nello spazio’, ‘Barry Lyndon’ e ‘Full Metal Jacket’ per me sono decisamente meglio. ‘Eyes Wide Shut’ lo considero il suo risultato più modesto.

    Rispondi

  4. betta
    Ott 31, 2008 @ 16:38:28

    anch’io penso che walter chiari sia stato sottovalutato perchè era uno spirito libero casinaro e ribelle! Sai nell’Italia bigotta e conservatrice deglia nni 60.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: