La coerenza di Fini

In un’intervista da ‘La Stampa’, aprile 1994: “Mussolini è stato il più grande statista del secolo.”
Passano gli anni e durante la sua visita in Israele del 24 novembre 2003: “Di fronte all’orrore della Shoah, simbolo perenne dell’abisso d’infamia in cui può precipitare l’uomo che disprezza Dio, sale fortissimo il bisogno di tramandare la memoria e far sì che mai più in futuro sia riservato, anche ad un solo essere umano, ciò che il nazismo riservò all’intero popolo ebraico.”

Nel dicembre 2006 dichiara la propria apertura a discutere sul tema del riconoscimento dei diritti delle coppie di fatto, comprendendo in esse le unioni omosessuali: Se ci sono diritti o doveri delle persone che non sono tutelati perché fanno parte di un’unione e non di una famiglia servirà un intervento legislativo per rimuovere la disparità. Naturalmente quando parlo di persone mi riferisco a tutti.”
Successivamente si dice contrario al disegno di legge presentato dal centrosinistra per regolamentare la materia (i d.i.c.o.). Nel frattempo si separa dalla moglie e ha una figlia fuori dal matrimonio proprio a pochi mesi dalla sua adesione al Family Day.

In un’intervista del dicembre 2007 a ‘Libero’ riferisce: La Casa delle Libertà è stata demolita da Silvio. La favola della Cdl è finita, Berlusconi con me ha chiuso, non pensi di recuperarmi, io al contrario di lui non cambio improvvisamente idea e posizione. Si ricordi (Berlusconi) che se vuole fare il presidente del Consiglio deve fare i conti con me e poi io ho vent’anni di meno… Mica si crede di essere eterno”. E ancora: “Comportarsi nel modo in cui sta facendo Berlusconi non ha niente a che fare con il teatrino della politica: significa essere alle comiche finali. Da queste mie parole, volutamente molto nette, voglio che sia a tutti chiaro che, almeno per quello che riguarda il presidente di An, non esiste alcuna possibilità che An si sciolga e confluisca nel nuovo partito di Berlusconi.”. (dal discorso all’assemblea di AN, 9 dicembre 2007).
Ai primi del Febbraio 2008, però, Berlusconi e Fini hanno avuto molti incontri nei quali hanno miracolosamente appianato le divergenze passate e si sono accordati per presentarsi alle imminenti elezioni del 13 e 14 Aprile sotto il simbolo del Popolo della Libertà.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: