Cose italiane 2

Il presidente della Regione Sicilia, Salvatore Cuffaro, imputato di favoreggiamento aggravato alla mafia e violazione di segreto d’ufficio, è stato condannato a 5 anni di reclusione per favoreggiamento semplice, senza l’aggravante di aver favorito Cosa Nostra nel processo di primo grado sulle Talpe alla Procura di Palermo. Cuffaro è stato anche interdetto dai pubblici uffici per tutta la durata della pena.

Cuffaro dopo la sentenza ha detto: «Resto presidente della regione: non ho mai favorito la mafia. Domani alle 8 sarò al mio tavolo da lavoro».

Ma è normale che un condannato all’interdizione dai pubblici uffici continui a restare presidente regionale e non senta l’esigenza di dimettersi?

Annunci

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. sparkaos
    Gen 18, 2008 @ 19:50:25

    Normale x l’Italia

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: