Un esempio di (dis)informazione televisiva in Italia

Uno studio realizzato da Medici Senza Frontiere (MSF) in collaborazione con l’Osservatorio di Pavia rileva come le principali edizioni dei telegiornali Rai e Mediaset abbiano dedicato, nei mesi di giugno, luglio e agosto, 21 notizie alle guerre e alle loro conseguenze sulla popolazione di cinque paesi dell’Africa subsahariana; esattamente un terzo delle notizie – ben 63 – che sono state dedicate nello stesso periodo ai giorni trascorsi in carcere da Paris Hilton.

Guerre, violenza, villaggi bruciati, milioni di persone in fuga costrette a vivere in campi sovraffollati, donne violentate, bambini che muoiono di fame: questa è la realtà in Darfur, Somalia, Repubblica Democratica del Congo, Repubblica Centrafricana e Ciad, dove sanguinosi conflitti continuano ad imperversare nell’indifferenza pressoché totale.

Nello stesso periodo la notizia sulla prigionia della platinata ereditiera viene coperta pedissequamente dai media nostrani.

Le crisi umanitarie “non fanno notizia”: accadono in paesi dove non sono in gioco interessi italiani, lontani culturalmente e geograficamente; i fatti non contengono elementi spettacolari né straordinari, fuori cioè dall’ordine comune delle cose che ci siamo) abituati ad accettare.

Cosicchè, non deve sorprenderci il politico che, colto alla sprovvista dalle Iene, alla domanda “Che cos’è il Darfur?” risponde: “uno stile di vita veloce”.
Anche dal web giungono dati significativi: nel 2007, sul motore di ricerca di Virgilio, la voce “Darfur” è stata cercata 1.412 volte, mentre Paris Hilton si aggiudica 159.108 query.

Contro il malcostume della mancanza di informazione, MSF offre un’occasione per far sentire la propria voce e chiedere un’informazione più attenta alle crisi umanitarie, rivolgendosi con una petizione sottoscrivibile online ai direttori dei principali telegiornali e dei quotidiani italiani.

Mi chiedo: siamo noi ad essere beceri o è la televisione che ci ha ridotto così?

via: Notizie Alice

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: